Foto/Industria al Mast e oltre

Fino al 28 novembre 11 mostre alla V Biennale di fotografia dedicata all'industria alimentare.

11 mostre allestite in luoghi storici della città e al MAST. È la V Biennale di fotografia dell'Industria e del Lavoro che per questa edizione ha scelto come soggetto l’industria alimentare, tema di fondamentale importanza per il suo inscindibile legame con macroscopiche questioni di ordine filosofico e biologico, storico e scientifico, politico ed economico.

Il bisogno primario del cibo si sovrappone qui a quello delle immagini, in un percorso che si sviluppa all’interno di una materia insieme senza tempo e di stringente attualità, considerati i rapidi sviluppi di un settore che risponde alle più importanti trasformazioni in atto su scala globale: la questione demografica, il cambiamento climatico e la sostenibilità. Attraverso il filtro della fotografia, l’alimentazione costituisce in questo percorso lo specchio di un’epoca e di una civiltà, capace di raccontarne il rapporto con la tradizione, la natura, la tecnologia, il passato, il futuro e molto altro ancora.

ECCO LE MOSTRE:
Hans Finsler. Schokoladenfabrik - San Giorgio in Poggiale - Via Nazario Sauro, 20/2
Ando Gilardi. Fototeca - Fondazione MAST - Via Speranza, 42 - fino al 2 gennaio
Jan Groover. Laboratory of Forms - MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna - Via Don Minzoni, 14 - fino al 2 gennaio
Mishka Henner. In the Belly of the Beast - Palazzo Zambeccari - Via De’ Carbonesi, 11
Takashi Homma. M + Trails - Padiglione dell’Esprit Nouveau - Piazza della Costituzione, 11
Herbert List. Favignana e Bernard Plossu. Factory of Original Desires - Palazzo Fava - Via Manzoni, 2
Maurizio Montagna. Fisheye - Collezione di Zoologia - Via Francesco Selmi, 3
Vivien Sansour. Palestine Heirloom Seed Library - Palazzo Boncompagni - Via del Monte, 8
Lorenzo Vitturi. Money Must Be Made - Pinacoteca Nazionale di Bologna - Via Castiglione, 7
Henk Wildschut. Food - Palazzo Paltroni - Via delle Donzelle, 2
www.fotoindustria.it

site map