Nuovi contenuti multimediali dal MAST

In attesa della riapertura della mostra Uniform into the work/out of the work arrivano nuovi approfondimenti esclusivi online.

L'esposizione fotografica Uniform into the work/out of the work è stata prorogata fino a settembre 2020, ma in attesa della riapertura si possono scoprirne alcuni dettagli e curiosità grazie a tre nuovi contenuti multimediali da gustarsi online

il fotografo tedesco Roland Fischer spiega come la serie sulle "divise" delle suore e dei monaci, concepita negli anni '80, rappresenti il suo primo progetto di arte concettuale e al contempo un modo per esprimere l'ambiguità del mondo contemporaneo.


Marianne Mueller presenta le due serie di lavori esposte in mostra: i ritratti dei giovani lavoratori di una grande società svizzera di commercio al dettaglio e i video delle guardie del più antico museo degli Stati Uniti.


dal suo studio a Vancouver Stephen Waddell racconta la sua opera dalle prime fasi sperimentali fino ai lavori più recenti.


https://www.mast.org/uniform-incontri-con-gli-artisti 

 

Inoltre è possibile fruire dei contenuti on line che periodicamente Fondazione MAST rende disponibili dal suo Archivio, come gli interessanti approfondimenti sulla importante collaborazione con il fotografo canadese Edward Burtynsky, avviata nel 2015 con la mostra MANUFACTURED LANDSCAPES/PAESAGGI INDUSTRIALIZZATI, una delle 14 mostre di FOTO/INDUSTRIA che documenta gli effetti dell'industrializzazione sull'ambiente e anticipa il progetto ANTHROPOCENE la cui mostra è stata ospitata al MAST nel 2019.


LA MOSTRA 

Uniform into the work/out of the work è il nuovo progetto espositivo curato da Urs Stahel dedicato alle uniformi da lavoro che, attraverso oltre 600 scatti di grandi fotografi internazionali, mostra le molteplici tipologie di abbigliamento indossate dai lavoratori in contesti storici, sociali e professionali differenti.

Una mostra collettiva sulle divise da lavoro nelle immagini di 44 fotografi e un’esposizione monografica di Walead Beshty, che raccoglie centinaia di ritratti di addetti ai lavori del mondo dell’arte incontrati dall’artista per i quali l’abbigliamento professionale è segno distintivo, una sorta di tacito codice dell’anti-uniforme.

La mostra collettiva "La divisa da lavoro nelle immagini di 44 fotografi", allestita nella PhotoGallery, raccoglie gli scatti di 44 artisti: celebri protagonisti della storia della fotografia tra cui, Manuel Alvarez Bravo, Walker Evans, Arno Fischer, Irving Penn, Herb Ritts, August Sander e fotografi contemporanei come Paola Agosti, Sonja Braas, Song Chao, Clegg & Guttmann, Hans Danuser, Barbara Davatz, Roland Fischer, Andrè Gelpke, Helga Paris, Tobias Kaspar, Herline Koelbl, Paolo Pellegrin, Timm Rautert, Oliver Sieber, Sebastião Salgado, immagini tratte da album di collezionisti sconosciuti e otto contributi video di Marianne Müeller.

La mostra monografica del fotografo americano WALEAD BESHTY RITRATTI INDUSTRIALI, allestita nella Gallery/Foyer, raccoglie 364 ritratti, suddivisi in sette gruppi di 52 fotografie ciascuno: artisti, collezionisti, curatori, galleristi, tecnici, altri professionisti, direttori e operatori di istituzioni museali.

Sono fotografie di persone con cui l’artista è entrato in contatto nel suo ambiente di lavoro, mentre realizzava la sua arte o preparava le mostre. Nel corso degli ultimi dodici anni Walead Beshty ha fotografato circa 1400 persone con una macchina di piccolo formato e pellicola analogica di 36 mm, per lo più in bianco e nero. L’obiettivo di Behsty è quello di rappresentare le persone nel loro ambiente di lavoro, la loro funzione e il ruolo professionale che svolgono nel mondo dell’arte.

Visite guidate dal martedì al venerdì, ore 11 e 17.30, sabato e domenica ore 11, 15 e 17. Partecipazione gratuita, per registrarsi scrivere a gallery@fondazionemast.org

Fondazione MAST - via Speranza 42 - 051 6104846 - da mar a dom ore 10 - 19 - ingresso gratuito - www.mast.org - fino al 3 maggio

site map