50 anni di Amarone

Festa a Verona, anche se l’annata 2014...

La stagione 2018 del vino è iniziata a Verona, la capitale italiana del vino italiano dove nel prossimo aprile si terrà l’attesissimo Vinitaly (4.200 espositori, 128mila visitatori), festeggiando i 50 anni di uno dei più celebrati vini italiani nel mondo, l’Amarone della Valpolicella, preferito dal 38% dei consumatori di vino americani, primo negli USA come vino estero, considerato di eccellente qualità, esempio di eleganza, sofisticatezza e stile italiano. Negli ultimi 10 anni la produzione di bottiglie di Amarone e Recioto è quasi duplicata, passando da 8,3 milioni nel 2007 a 15,5 milioni nel 2017.

Il Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella (nato nel 1924) – promotore dell’evento - è l’associazione ufficiale dei viticoltori e dei produttori di vino della zona di produzione di vino Valpolicella, che comprende 19 comuni della provincia di Verona. Il Consorzio rappresenta 1.636 viticoltori e 286 aziende imbottigliatrici, una catena di approvvigionamento che comprende anche 7 cooperative vinicole e 2.286 coltivatori di uva.
www.consorziovalpolicella.it

L’area di produzione è molto ampia, riconducibile a tre zone distinte: la Classica (Sant’Ambrogio di Valpolicella, San Pietro in Cariano, Fumane, Marano e Negrar); la Valpantena, comprendente l’omonima valle; la DOC Valpolicella, con Verona, Illasi, Tramigna e Mezzane. Le varietà autoctone che danno vita ai vini delle denominazioni sono: Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara. I vini sono il Valpolicella doc, il Valpolicella Ripasso doc, l’Amarone della Valpolicella e il Recioto della Valpolicella, entrambi docg.

Purtroppo alla festa è mancata praticamente l’annata che ci si aspettava, quella del 2014, causa una stagione climatica infelice che ha fortemente penalizzato la produzione spingendo molte cantine a rinunciare addirittura a immettere sul mercato l’annata stessa. Alla manifestazione sono state presentate dalle 71 cantine espositrici (mancavano come gli anni scorsi le famiglie storiche dell’Amarone, per problematiche e dissensi interni ancora non risolti) che hanno prevalentemente offerto in degustazione annate precedenti e eccellenti riserve.

L’Amarone festeggia i 50anni della denominazione con un export a +10%, una ripresa che traina anche il mercato interno (+20%). L’Amarone vola sui mercati internazionali, con una crescita in valore del 10% nel 2017 (a/a) e con il 68% dei volumi complessivi del Re della Valpolicella destinati all’estero.

Luce verde su tutti i principali mercati di destinazione, a partire dalla Germania (+30%) che con quasi ¼ delle vendite rappresenta il principale sbocco per l’Amarone. Bene anche gli Usa (+10%), mentre Svizzera e Regno Unito segnano incrementi vicini al 5%. Tra gli sbocchi secondari è inoltre alto il gradimento nei mercati asiatici, con Cina e Giappone che crescono del 15%.

Ma la sorpresa più rilevante è arrivata dal mercato interno, che ha chiuso il 2017 in grande ascesa (+20%), trainato dall’aumento dei consumi fuori casa. In Italia infatti la GDO detiene un ruolo marginale nella distribuzione di Amarone (25% la quota, per un valore peraltro in crescita di quasi il 13%), mentre ristorazione e enoteche assorbono assieme il 60% del mercato interno.
Sugli scudi infine la vendita diretta, grazie anche al significativo incremento di turisti in Valpolicella, cresciuti quasi il doppio della media regionale di arrivi dal 2009 al 2016 (+54%). L’Amarone ha prodotto lo scorso anno un giro d’affari pari a circa 355 milioni di euro. La Valpolicella, con 7994 ettari vitati e circa 2300 aziende produttrici, è la più grande doc italiana tra le 20 che festeggiano i cinquant’anni della denominazione nel 2018.

Nella stessa categoria:

lunedì 04 settembre 2017

La Piazza del Jazz

martedì 29 agosto 2017

Bologna è SANA!

Bologna Spettacolo

Bologna Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055212911/0552675189 - Fax 055215110
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

firenzespettacolo.it