Crossroads: Jazz on the Road!

Il festival itinerante che porta il meglio di jazz e derivati in tutta l'Emilia-Romagna. Da venerdì 5 maggio Ravenna Jazz Festival.

Quasi cento giorni di musica on the road: più di sessanta concerti in una ventina di città: paesaggi sonori e geografici in continuo cambiamento sono la parola d’ordine della diciottesima edizione di Crossroads. Gli oltre 500 artisti coinvolti e le migliaia di km da percorrere per seguirli dalla prima all’ultima serata danno forma a una kermesse unica nel suo genere, con la sua panoramica a 360° sul jazz, le musiche improvvisate ad ampio raggio, i suoni etnici, le contaminazioni più stimolanti.

Tra le novità di questa edizione, spicca il ritorno in grande stile della piazza bolognese con gli Snarky Puppy, band che ha saputo imporsi come un vero cult, attirando l’entusiasmo anche del pubblico giovanile sovrapponendo fusion, jazz orchestrale e un’anima da progressive rock (24 aprile, Estragon Club).

Crossroads 2017 è organizzato come sempre da Jazz Network in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e numerose altre istituzioni.

Tra i molti percorsi tematici all’interno del programma di Crossroads 2017 spiccano tre “residenze d’artista”: Paolo Fresu, Enrico Rava e Fabrizio Bosso. I tre trombettisti più rappresentativi del jazz italiano sono stati più volte ospiti del festival nel corso della sua storia; ma dallo scorso anno sono stati tutti e tre letteralmente ‘adottati’ in via ufficiale. E' proprio Fresu ad aprire le danze domenica 26 febbraio al Teatro De André di Casalgrande. Ai furori elettrici di questo gruppo dall’ormai lungo affiatamento fa da contraltare il sound acustico dello storico quintetto di Fresu, a Imola (21 aprile, Teatro Ebe Stignani) ma anche formazioni meno usuali, passando da un estremo all’altro: dalle intimistiche e peculiari sonorità del duo con la chitarra sarda preparata di Paolo Angeli (7 aprile, Castel San Pietro Terme, “Cassero” Teatro Comunale) all’immenso tripudio orchestrale di “Pazzi di Jazz”, assieme a un’orchestra e coro di 250 giovanissimi musicisti, in un programma dedicato a Dizzy Gillespie. In questa colossale produzione originale sono coinvolti anche Tommaso Vittorini, Ambrogio Sparagna e Alien Dee (8 maggio, Ravenna, Teatro Alighieri).

Enrico Rava è invece protagonista di due squisiti duetti: il primo con il chitarrista Roberto Taufic (17 marzo, Fusignano, Auditorium Corelli), il secondo, più focalizzato sulla pronuncia jazzistica, con la pianista Geri Allen (17 maggio, Correggio, Teatro Asioli). A San Mauro Pascoli (18 aprile, Villa Torlonia) lo si può invece ascoltare in un contesto più strutturato: il suo New Quartet. La sera del 27 aprile a Imola è assieme al quartetto di Fabrizio Bosso: un dialogo tra gli artists in residence di Crossroads che è anche un raro incontro al vertice del jazz italiano. Bosso suona anche il 20 aprile a Modena (La Tenda) con lo Spiritual Trio e l’1 maggio a Forlì (Teatro Diego Fabbri) come special guest di una produzione originale assieme all’Italian Jazz Orchestra: in programma le canzoni di Nat King Cole. In cartellone anche altri big italiani: dal duo Musica Nuda con Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (10 marzo, Rimini, Teatro degli Atti) all’esuberante Roy Paci, che torna a proporsi come virtuoso solista alla tromba in quintetto con il trombonista Mauro Ottolini (30 aprile, Russi, Teatro Comunale), e con il batterista Roberto Gatto (9 aprile, Castel San Pietro Terme) e a Francesco Cafiso, sassofonista ormai non più enfant ma certamente prodige (con il sestetto “La Banda”, il 23 aprile a Russi). La panoramica a 360° gradi sul jazz nazionale si completa con il duo Gianluca Petrella e Giovanni Guidi (3 marzo, Fusignano); del quintetto di Karima con le canzoni di Burt Bacharach (8 marzo, Massa Lombarda, Sala del Carmine); il crossover tra jazz, rock e classica dei Quintorigo con Roberto Gatto (23 marzo, Fusignano); il poetico mondo espressivo del bandoneonista Daniele di Bonaventura in duo col pianista Giovanni Ceccarelli (31 marzo, Fusignano).

Nutrita anche la schiera degli ospiti internazionali di grande richiamo: dalla chitarra di John Scofield (20 marzo, Rimini, Teatro Novelli), alle immaginifiche strutture ritmiche del sassofonista Steve Coleman (1 aprile, Ferrara, Jazz Club Torrione San Giovanni), le pittoresche scorribande della Sun Ra Arkestra (3 aprile, San Lazzaro di Savena, Sala Paradiso) e la quintessenziale tromba di Tom Harrell (26 aprile, Parma, Casa della Musica). A Piacenza due appuntamenti di notevole spessore: il fervore dionisiaco del sassofonista Kenny Garrett (5 marzo, Teatro President) e l’incandescente pianista cubano Gonzalo Rubalcaba (in quartetto il 15 marzo, Conservatorio “G. Nicolini”). Da oltre oceano storici maestri come il batterista Joe Chambers (col quartetto Passport: 11 marzo, Ferrara); il trombettista Eddie Henderson (con Piero Odorici voce solista: 16 marzo, Solarolo, Oratorio dell’Annunziata); Regina Carter, autorevole  violino jazz (28 marzo, Castelfranco Emilia, Teatro Dadà); Avishai Cohen (5 aprile, Parma) e il sassofonista emergente James Brandon Lewis (4 marzo, Ferrara).

Altre grandi star dal 5 al 14 maggio, con Ravenna Jazz con concerti di grande rilievo al Teatro Alighieri. Il chitarrista Pat Metheny, punto di riferimento assoluto per generazioni di musicisti e ascoltatori, che si esibisce in quartetto con Antonio Sanchez, Linda Oh e Gwilym Simcock (il 7), e il batterista Billy Cobham, campione della fusion sin dalla fine degli anni Sessanta (il 13). Al Cisim di Lido Adriano suonano il Trio Bobo (Alessio Menconi, Faso e Christian Meyer; il 5), e il chitarrista Marc Ribot, guru della scena avanguardistica downtown di New York (il 9, in solo). Serate esuberanti al Teatro Socjale di Piangipane: il 12 con il clarinettista Nico Gori con tanto di ballerino di tip tap; il 14 con la sassofonista e cantante Grace Kelly, capace di scorribande tra jazz, funk e rock.

Oltre alla sua spiccata propensione per le varie diramazioni stilistiche della musica jazz, Crossroads offre sempre una ribalta di riguardo per generi ‘altri’: world, cantautorato alternativo, contaminazioni varie, divagazioni sempre sull’onda della musica creativa o improvvisata.

Clicca qui per il programma completo.

Info Jazz Network - T. 0544 405666 - crossroads-it.org

Nella stessa categoria:

martedì 02 maggio 2017

Crossroads: Jazz on the Road!

venerdì 19 maggio 2017

Fattorie Aperte

Bologna Spettacolo

Bologna Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055212911/0552675189 - Fax 055215110
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

firenzespettacolo.it

Warning: Unknown: write failed: Disk quota exceeded (122) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/opt/sites/www.bolognaspettacolo.it/tmp) in Unknown on line 0